Telefono: +39 039 2323272 - Mail: admin@poolmilano.it

Università Ca’ Foscari Venezia.

Descrizione del progetto

Nuova residenza studentesca all’ interno del campus scientifico di Via Torino a Mestre

luogo
Mastre (VE) – Italia

prestazioni rese
Progettazione esecutiva, Coordinamento della sicurezza in fase progettuale ed esecutiva, Direzione Lavori

realizzate da
Poolmilano S.r.l. (Mandante – quota parte 40,00%) in ATI con altro Studio

cronologia
2016 – 2017 (fase progettuale)   2018 – 2021 (fase cantiere prevista)

committenti
Università Ca’ Foscari Venezia

Scheda PDF – UNI VE MESTRE

importo opere complessivo
€  11.291.154,89

La zona in cui è stata realizzata la nuova facoltà è un’area di grande trasformazione urbana. In questo contesto, l’edificio costituirà un elemento fondamentale della nuova area universitaria nell’ottica del completamento del nuovo campus universitario.  I fabbricati previsti sono sette; quattro sono già stati realizzati, due non verranno realizzati nel breve termine e l’ultimo è il fabbricato oggetto d’intervento denominato Edificio E- alloggi per studenti. Nell’ottica di contenere il costo di gestione e manutenzione dell’intervento la tipologia scelta è quella di un fabbricato compatto con evidenti vantaggi dal punto di vista delle dispersioni termiche che risultano ridotte al minimo.  Sono state previste opportune schermature integrate nel disegno di facciata per i fronti con maggiore insolazione, in modo da ridurre i carichi termici durante il periodo estivo e conseguentemente l’energia necessaria al raffrescamento. Ma anche sistemi tecnologici in grado di garantire parziale autonomia energetica al fabbricato. La scelta dei materiali è stata dettata da criteri coerenti con le attuali esigenze di confort abitativo e di spazi collettivi. I materiali da impiegare per la realizzazione del nuovo fabbricato garantiranno una buona prestazione in termini di sostenibilità sia per la fase di costruzione (riduzione dei tempi di lavorazione, materie reperibili localmente, etc.), sia per la fase di utilizzo (riduzione al minimo della manutenzione, dei costi di gestione degli impianti, etc.) e infine per l’eventuale smaltimento di parti del manufatto a fine esercizio (riciclabilità dei materiali, facilità di recupero degli stessi, etc.). Nel fabbricato saranno adottate delle soluzioni mirate a ridurre l’impatto ambientale utilizzando energie rinnovabili e tecnologie che limitino il consumo di energia. Verranno inoltre adottati sistemi per limitare il consumo delle risorse idriche potabili. Per permettere una maggiore qualità di fruizione dello studentato, sono stati previsti accorgimenti grafici che con basso impegno economico assicurano ottima resa e migliore gestione del fabbricato. I collegamenti verticali e le zone comuni sono sempre riconoscibili al piano, mantenendo lo stesso colore su tutti i piani, mentre le varie unità abitative si differenziano cromaticamente tra di loro. Ogni piano di alloggi presenta una colorazione diversa che sfuma monocromaticamente dal colore meno intenso al più intenso. Il progetto prevede inoltre la realizzazione di un pianto interrato eccedente il sedime del fabbricato fuoriterra adibito a:

– autorimessa

– deposito bici in un vano dedicato per 41 posti

– spogliatoi divisi per sesso con servizi igienici

– depositi e magazzini

– locali tecnici e sotto centrali

– zona lavaggio automatico

– guardaroba

Ai piani superiori si trovano funzioni collettive, amministrative e di servizio

Torna sopra