Telefono: +39 039 2323272 - Mail: admin@poolmilano.it

Attività psichiatriche territoriali del Presidio di via Tubi – Lecco (LC).

Descrizione del progetto

Razionalizzazione degli spazi ed interventi di manutenzione straordinaria destinati all’inserimento delle attività psichiatriche territoriali del Presidio di via Tubi – Lecco (LC)

luogo
Lecco – Italia

prestazioni
Progettazione Preliminare, Definitiva, Esecutiva, Direzione Lavori, Contabilità, Coordinamento della Sicurezza in fase di progettazione ed in fase di esecuzione

realizzate da
Poolmilano S.r.l.

Cronologia
2019 – in corso

committente
ASST Lecco

Scheda PDF – ASST LECCO PRESIDIO VIA TUBI – Gazzaniga di Lecco

importo opere complessivo
€ 2.595.723,02

Il presente progetto riguarda la valorizzazione della sede territoriale di via Graziano Tubi a Lecco, al fine di poter riorganizzare alcuni fabbricati della struttura per consentire il trasferimento delle cure psichiatriche territoriali e garantendo il mantenimento delle attività ambulatoriali attualmente ospitate. L’istituto Vittorio Emanuele III nasce per la cura della tubercolosi tra il 1928 e il 1932. Il compendio era composto dal Padiglione Gazzaniga con vista sul parco, il laboratorio del materassaio, la cappella, la medicina legale e l’abitazione del direttore. Negli anni 1989-1990 l’immobile Pad. Gazzaniga ha subito una trasformazione con un ampliamento delle ali laterali e formazione di nuovi solai e vani scala esterni. L’intervento prevedeva una ristrutturazione generale dell’edificio, interno ed esterno, con sopralzo in ampliamento delle ali laterali e la realizzazione dei vani ascensori, il tutto per ottenere un recupero totale del fabbricato sia dal punto di vista patrimoniale che da quello sanitario. In anni più recenti il compendio è stato nuovamente razionalizzato internamente, in quanto sono state spostate, nel nuovo Ospedale Manzoni, le degenze per far posto agli uffici di ATS e numerose funzioni territoriali alla persona. I fabbricati oggetto di intervento (Pad. Gazzaniga, Ex Materassaio ed Ex Medicina Legale), data la forte valenza storica, sono soggetti a vincoli di tutela per vetustà. Per questo motivo l’intervento è stato assoggettato a specifico parere di avvallo delle opere da parte della Sopraintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio. Non è trascurabile, inoltre, che il complesso di via Tubi sia sempre stato adibito ad attività sanitarie diventando, nel corso dei decenni, uno dei punti di riferimento nel territorio. L’esigenza dell’ASST di Lecco è quella dell’adeguamento distributivo ed impiantistico alla normativa vigente, per l’implementazione dei servizi offerti. L’attuazione della legge L.23/2015 ha portato una parte delle attività, prima svolte da ATS, a carico delle ASST, per cui l’adeguamento dell’attuale struttura prevede la ristrutturazione generale edile ed impiantistica dei tre edifici precedentemente citati, oltre ad alcune opere esterne per il superamento delle barriere architettoniche (tra cui un nuovo impianto elevatore) e modifiche ai layout interni. Gli edifici “Ex Materassaio” ed “Ex Medicina Legale” nel corso degli anni non risultano essere stati oggetto di interventi di riqualificazione e/o ammodernamento impiantistico; pertanto gli stessi si presentano vetusti, poco affidabili e comunque non in linea con gli standard tecnologici previsti per l’inserimento di attività sanitarie pubbliche. Tale situazione ha generato la richiesta di riorganizzarne la struttura per una migliore ridistribuzione funzionale ed un adeguamento impiantistico per i servizi richiesti e di messa a norma in linea con la normativa vigente. Al termine dell’intervento il Presidio di via Tubi risulterà in linea con gli standard igienici, assicurando al contempo una più funzionale risposta alle necessità dell’utenza. L’intervento ha riguardato altresì la messa a norma degli aspetti antincendio degli edifici oggetto di appalto.

Torna sopra