Telefono: +39 039 2323272 - Mail: admin@poolmilano.it

Stabilimento Ospedaliero di Montepulciano.

Descrizione del progetto

Ristrutturazione del pronto soccorso dello Stabilimento Ospedaliero di Montepulciano (SI)

luogo
Montepulciano (SI) – Italia

prestazioni rese
Progettazione Definitiva, Esecutiva, Direzione Lavori, Contabilità, Coordinamento delle Sicurezza in fase di progettazione ed in fase di esecuzione

realizzate da
Poolmilano S.r.l. (Mandataria – quota parte 50,00%) in ATI con altri Studi

cronologia
2018 in corso

committenti
Azienda USL Toscana Sud Est

Scheda PDF – USL TOSCANA SUD EST- Montepulciano

importo opere complessivo
€  1.686.173,72 circa

 Il Presidio Ospedaliero di Montepulciano si presenta come un moderno complesso che si sviluppa su quattro livelli fuori terra e due livelli interrati in cui trovano allocazione:

  • Livello -2: magazzini, sterilizzazione, farmacia, Morgue, laboratori, RM ed alcuni locali tecnologici;
  • Livello -1: parcheggi e spogliatoi centralizzati;
  • Livello 0: accoglienza, pronto soccorso, radiologia, poliambulatorio, riabilitazione;
  • Livello 1 ovvero M: interpiano tecnico e studi medici;
  • Livello 2: cardiologia, rianimazione, ostetricia, pediatria
  • Livello 3: studi medici;
  • Livello 4: oncologia, ospedale di comunità, Hospice, riabilitazione extra ospedaliera.

Oggetto del presente progetto è la ristrutturazione dell’attuale Pronto Soccorso (area indicata in rosso nell’immagine) posizionato al livello 0 dei Corpi “P”, “I” ed “E” con ampliamento dello stesso attraverso la realizzazione di una nuova camera calda con utilizzo della volumetria dell’attuale camera, come spazio da integrare nell’ odierna distribuzione. L’esigenza di un ampliamento ed una riqualificazione dell’area, nasce dalle nuove richieste strutturali contenute nella normativa regionale e nel nuovo modello organizzativo aziendale di gestione degli accessi e del trattamento dei pazienti afferenti al Pronto Soccorso. L’ approccio progettuale per lo studio del nuovo volume destinato ad ospitare la camera calda, è stato quello di forte caratterizzazione dell’involucro in modo che non sembrasse un’estensione dell’esistente edificio, pur rispettando l’armonia della facciata.  Sono stati scelti materiali trasparenti per non inquinare la solidità e la geometria dell’architettura dell’involucro edilizio nonché acciaio tinteggiato di bianco in continuità materica con l’esistente. La struttura (porzione di fabbricato), sarà adeguata sismicamente.

Torna sopra